Itinerari

Campi Latini offre ai propri ospiti diversi itinerari e attività, ogni proposta può essere variata in base alle esigenze e ai tempi a vostra disposizione.

1° GIORNO Sabato: Arrivo

Arrivo in aeroporto e trasferimento a Galatone – Le. Sistemazione Nell’Agri-Residence Campi Latini.  Cocktail di benvenuto. Grigliata e assaggi di prodotti tipici locali.

2° GIORNO Domenica: Illustrazione Geologica del Territorio

Prima colazione, a bordo piscina, con prodotti tipici biologici e rigorosamente fatti in casa. Mattinata rilassante in campagna, vi faremo conoscere il Salento raccontandovi della sua natura carsica, tipica della zona, modificatasi nel corso del tempo. Un territorio ricco di fauna e flora con ben 1500 varietà di fiori , tra cui 200 differenti tipi di orchidee selvatiche e altrettanti di fichi. Vi sarà insegnato, grazie a un corso didattico, come si coltiva un orto biologico e sinergico. Descrizione delle piante  della tenuta e della acclimatazione delle piante tropicali. Pranzo in riva al mare, in un folkloristico locale, a base di frutti di mare e pesce
A pomeriggio, laboratorio di cucina con Nonna Assuntina. Apprenderete i segreti per fare le orecchiette a mano, proprio come una volta. Vi forniremo le ricette tipiche, liberi di scegliere quella che più vi aggrada e cucinare le orecchiette nei vostri appartamenti! Potrete decidere di consumare la cena tranquillamente nella vostra veranda di pertinenza oppure di condividere la ricetta con gli altri ospiti in una tavolata sociale nel prato.

3° GIORNO  Lunedì: Da Galugnano a Otranto

Dopo la prima colazione ci si avvia nella prima Escursione Giornaliera. Un Breve viaggio in treno utilizzando la linea storica di treni locali Sud-Est. Costruita durante il Fascismo i vecchi treni venivano chiamati “Littorine”, in ricordo del fascio littorio, attraversavano ed ancora oggi lo fanno il Salento mostrando luoghi e prospettive imprendibili con altri mezzi.
Percorrendo la tratta da Galugnano ad Otranto. Prima tappa Galugnano, qui si sosta per  visitare la chiesta della Madonna della Neve del XI secolo, le Pajare, i Menhir, le Carraie e una tomba Messapica.  L’itinerario prosegue a Otranto, dove dopo la sosta pranzo ammirando il mare, nel pomeriggio visita della Cattedrale di Otranto, del Castello, seguendo il percorso dei Cippi Romani e per finire passeremo davanti la Casa Di Carmelo Bene, famoso attore, drammaturgo, regista, scrittore e poeta italiano che qui dimorò a lungo.

4° GIORNO Martedì– Aperitivo A Lecce

Prima colazione. Mattinata libera da trascorrere in relax in campagna o al mare. Per chi preferisce il relax senza dover scarpinare molto, suggeriamo la spiaggia di Punta della Suina, le cui acque nelle giornate di scirocco sono semplicemente caraibiche. Per chi ha uno spirito più “Avventuroso” Porto Selvaggio fa al caso vostro. È un parco naturalistico regionale di indubbio fascino. Qui, selo  desiderate è possibile fare una passeggiata a cavallo. A seconda di dove soffiano i venti, per avere sempre le migliori condizioni per la balneazione, potrete decidere  se recarvi sul versante jonico o su quello adriatico.
Alle 18 circa partenza per Lecce. Il giro prevede l’ingresso da Porta Napoli, descrizione dell’Obelisco. Si prosegue per via Palmieri, la via dell’arte che porta direttamente in piazza Duomo. Da qui il cammino prosegue lungo c.so Vittorio Emanuele, passando per Teatini, Sant’Irene e piazza Sant’Oronzo ricca di monumenti. Dall’Antiteatro Romano al Sedile alla colonna di epoca romana sormontata dalla statua di S. Oronzo. La colonna un tempo segnava il termine della via Appia a Brindisi. Ci fermeremo per un aperitivo al Bar Paesiello, storico bar dove assaggiare il Rustico, tipico prodotto salentino, fatto di pasta sfoglia riempita di besciamella, mozzarella e pomodoro. Da qui si può decidere di muoversi  per una visita guidata al MUST Museo Storico e d’Arte Contemporanea di Lecce o ammirare una delle mostre che si svolgono nel castello Carlo V, dove vi suggeriamo una visita al museo della Cartapesta. Infine, il percorso termina nella suggestiva piazza S. Croce dove ammirare la celebra basilca trionfo del barocco leccese.  A scelta cena nel centro storico di Lecce.

5° GIORNO Mercoledi – Mercati e Degustazioni

Colazione.  Mattinata con personal-shopper al mercato rionale di Gallipoli famoso per il NONNO, le bancarelle di vestiti usati dove trovare a prezzi modici borse e vestiti vintage di grandi stilisti Italiani e non solo. La giornata prosegue al porto di Gallipoli dove visiteremo il mercato del pesce, con un piccolo resoconto dei metodi di pesca e della flora e fauna marina, e potremo fare uno squisito aperitivo a base di vino locale e frutti di mare… rigorosamente crudi.  Nel pomeriggio chi lo desidera può partecipare ad un escursione a sud di Gallipoli con visite ad Alliste per la degustazione di dolci e gelati artigianali e del famoso Pasticciotto vincitore del premio 2013. Si prosegue  nel delizioso centro storico di Felline per una lezione e degustazione di vini di nicchia e prodotti tipici “Vite Colta”, possibilità di cena!

6° GIORNO Giovedì- Il Capo e Finibus Terrea

Prima colazione  e partenza alla volta del punto più estremo del Salento.
Sosta relax alla spiaggia “le Maldive del Salento”. Da qui si riparte per  Santa Maria di Leuca dove visiteremo la Grotta del Diavolo, la grotta ‘Porcinara’ e infine la Grotta dei Giganti. Queste grotte hanno un grande valore storico per i reperti ritrovati  rappresentati da ossa, valve, armi e utensili, che fanno pensare ad una frequentazione della zona sin dal Neolitico. Immancabile la visita al Santuario Basilica di Santa Maria de finibus terrae. Si tramanda che san Pietro in viaggio per Roma fece tappa a Leuca e da allora il tempio dedicato alla dea Minerva, posto sul promontorio Japigeo, diventò un luogo di culto cristiano e uno dei principali centri di pellegrinaggio dell’età antica e medievale.La devozione dei fedeli verso la Madonna di Leuca ha origine antica: si parla di un grande miracolo che avrebbe salvato i pescatori il 13 aprile del 365 da una burrasca. Il canalone del Ciolo è una profonda gola, quasi un piccolo fiordo,  prodotta dall’azione erosiva dell’acqua nel suo percorso verso il mare. Si presenta come un profondo canyon, delimitato da alte e ripide pareti calcaree ed è ricoperto dalla vegetazione sempreverde della macchia mediterranea e da piante autoctone come il fiordaliso di Leuca e alcune specie di orchidee selvatiche. La presenza di numerose grotte, protagoniste di ritrovamenti fossili e ceramici risalenti al Neolitico e al Paleolitico.

7° GIORNO Venerdì– Andar Per Mare a Vela, Pescaturismo

Prima colazione in Agri-Residence e partenza per il porto di Gallipoli. Imbarco ore 10, navigazione lungo la baia a nord di Gallipoli, sosta  a  Porto Selvaggio, bagno e pranzo a bordo, …
quindi navigazione fino alle secche di ponente, con sosta all’isola di S. Andrea e Lido Pizzo per bagno al tramonto. Rientro al porto e sbarco previsto ore 18.
I Programmi sopra descritti potrebbero subire variazioni a causa di avverse condizioni meteo.

8° GIORNO Sabato-Partenza

Prima colazione in hotel e trasferimento per il aeroporto di Brindisi/B